Cosa vedere a Grosseto: guida ai posti più belli della città

Breve guida su cosa vedere a Grosseto…e innamorarsene!

Grosseto è una ridente città della bassa Toscana ricca di bellezze storiche e architettoniche. Questo centro, che oggi ha raggiunto una notevole estensione, è uno dei pochi comuni del nostro Paese che può vantare antiche origini medievali. Se vi state domandando cosa vedere a Grosseto, sappiate che è difficile stilare un elenco preciso e dettagliato delle tante attrattive: non avete che l'imbarazzo della scelta!
 

Cosa vedere a Grosseto: le antiche mura medievali

Molto caratteristico è il centro storico, la città antica, che ancora oggi è circondato da mura medievali. Si tratta di Mura Medicee che risalgono al XVI secolo, erette per volontà di Cosimo I de' Medici quando Grosseto venne inserita nel sistema difensivo della sua grande famiglia. Furono però terminate nel 1593 sotto Ferdinando I de' Medici. Questa cinta muraria ha sostituito il primo e più antico sistema murario scomparso in seguito a distruzioni, crolli e modifiche. Il perimetro della muraglia ricorda la forma di una stella con sei bastioni alle punte. Lo scopo di questa imponente opera era quello di difendere la città da possibili attacchi esterni.
 

Chiese e cattedrali di Grosseto

Tra le cose da vedere a Grosseto c’è sicuramente la Cattedrale di San Lorenzo, patrono della città, situata in Piazza Dante. Venne costruita nel 1190 sulle rovine della Chiesa di Santa Maria e quella che possiamo visitare oggi è il risultato di una serie di interventi come una ristrutturazione avvenuta nel cinquecento e altri restauri successivi che hanno tentato di recuperare l'originaria struttura.
Ancora più antica è la Chiesa di San Pietro che risale al 1188. Nonostante le varie modifiche e aggiunte apportate nel corso dei secoli sono ancora visibili elementi lombardi e tardo-romanici. Il campanile fatto di pietra e mattoni venne aggiunto nel 1625. La Chiesa di San Francesco d'Assisi risale invece al XIII secolo. Fu all'inizio dei monaci Benedettini che andarono via da Grosseto quando si diffuse la malaria e appartenne in seguito ai Francescani. Al suo interno si trova una croce che viene attribuita a Duccio di Buoninsegna. Il campanile venne ricostruito nel 1917 dopo che il precedente venne distrutto da un fulmine.
 

Edifici e luoghi storici di Grosseto

Se non siete ancora soddisfatti, ecco qui qualche altra indicazione su cosa vedere a Grosseto.

  • Il monumento a Lepoldo II di Lorena fu scolpito da Luigi Magi e risale al 1846: rappresenta il Granduca che solleva una donna sofferente (la Maremma) che ha in braccio il figlioletto in fin di vita. I
  • ll Palazzo Aldobrandeschi che oggi ospita la Provincia venne eretto in stile neogotico dove sorgeva l'antico Palazzo Pubblico di origine medievale
  • Da vedere è poi la Porta vecchia, la più antica porta delle mura che è uno dei pochi elementi rimasti della prima muraglia trecentesca.

Se stai pensando di trasferirti in questa magnifica città contattaci: ti troveremo la migliore casa in vendita a Grosseto per rendere ancora più bella la tua permanenza qui!