Contratto di locazione di un immobile arredato: come funziona

Contratto di locazione semplice e contratto di locazione di un immobile arredato: differenze

Stai cercando un immobile in affitto a Grosseto o devi affittare la tua casa? Sicuramente potrà interessarti sapere cosa cambia tra un contratto di locazione di un immobile arredato e un contratto di locazione che riguarda invece un immobile vuoto. In questo articolo infatti, spiegheremo quali sono le differenze. Iniziamo subito col dire che quando l'appartamento da affittare viene fornito completo di mobili di proprietà del padrone di casa viene stipulato un contratto di locazione immobile arredato.
 
Questa situazione si verifica spesso negli affitti ad uso abitativo di origine transitoria, pensiamo ad esempio agli studenti o ai lavoratori fuori sede che hanno bisogno di una sistemazione per qualche mese o per qualche anno. Anche se l'utilizzo dei mobili viene per lo più richiesto per le locazioni transitorie è corretto dire che la disponibilità del mobilio può essere inserita in qualsiasi contratto di affitto anche a medio o a lungo termine.

Come funziona il contratto di locazione immobile arredato

Le parti (inquilino e proprietario) possono accordarsi affinché venga concessa all'inquilino la possibilità di disporre di una parte dell'arredamento, ad esempio quello della cucina e del bagno, oppure di un arredamento completo dell'abitazione che può comprendere oltre a cucina e bagno anche divani, librerie, tavoli, letti, ecc.
 
La concessione dell'utilizzo dei mobili può essere regolamentata nel contratto di locazione dell'appartamento oppure può riguardare un secondo accordo separato dal primo che le parti devono sempre sottoscrivere e registrare. A seconda della formula scelta varieranno anche le imposte di registro per la registrazione del contratto.
Quando si stipula il contratto di affitto di un immobile arredato deve quindi essere indicato in modo dettagliato l'elenco dei beni che si concedono in uso all'inquilino specificando inoltre il loro stato di conservazione. Questo inventario è molto utile per valutare eventuali somme da detrarre dalla caparra al termine o alla rescissione del contratto. I mobili devono essere restituiti al termine della locazione nelle condizioni in cui erano stati consegnati, ferma restando l'usura causata dal tempo.
 
All'inquilino spetta l'ordinaria manutenzione oltre che dell'appartamento anche dei mobili e in caso si verifichino danni causati dal suo utilizzo deve essere lui a ripararli. La manutenzione straordinaria spetta invece al proprietario, deve intervenire ad esempio se si guasta lo scaldabagno o la caldaia, ma solo a patto che il danno non sia stato causato da incuria o disattenzione dell'inquilino.

Contratto di locazione immobile arredato: le garanzie di Broker 552

Sia per il proprietario che per l'inquilino l'intermediazione di un'agenzia seria e fidata come Broker552 rappresenta una garanzia. Per noi di Broker 552 la trasparenza è molto importante, possiamo aiutarvi a decidere quale tipo di contratto è il più adatto per il vostro immobile e pensiamo noi a portare avanti la trattativa fino alla stipula del contratto.
 
Siamo inoltre l'unica agenzia immobiliare di Grosseto che si impegna a risarcire i proprietari nel caso in cui gli inquilini decidano di non pagare canone di affitto, spese di condominio o causino danneggiamenti all'appartamento o al mobilio. Nel caso in cui l'inquilino disdica il contratto prima dello scadere del termine ci impegniamo, senza chiedere un'ulteriore commissione, a riaffittare l'immobile. Nessuna agenzia immobiliare nella zona di Grosseto può darvi maggiori garanzie!